Skyrace e ultra trail

Marco Zanchi

Condividi:

Bergamasco, 42 anni, la montagna è la sua casa. Skyrace e ultra trail con diverse presenze in Nazionale Ultratrail. L’ultimo grande successo di Marco è stato l’Orobie Ultra Trail, una vittoria netta la sua. A dimostrazione del suo valore e di quanto energia ci sia nei prodotti Freelifenergy, Marco ha stabilito il nuovo record della gara: 23 ore e 14 minuti per affrontare 140 chilometri su e giù per le ‘sue’ montagne bergamasche. 

Sono Bergamasco, ho cominciato a correre e camminare nel 1998 con l’obiettivo di dimagrire per andare più forte in moto; dall‘età di 14 anni la mia passione era solo ed esclusivamente per le due ruote, veloci, in pista, (come Valentino Rossi). 

La mia carriera da pilota è però terminata presto così, avendo cominciato a correre, ho continuato a pensare alla mia forma fisica e all‘età di 25 anni ho scoperto che dove abito sono circondato da fantastiche montagne. Così mi sono avvicinato a loro e nel 2002 ho scoperto che esistevano anche competizioni di corsa in montagna, allora chiamate skyraces ed è stato amore a prima vetta! Negli anni successivi il mio corpo si adattava sempre più a questo sport, anche grazie all‘incontro e all’amicizia di grandi campioni del periodo che mi hanno insegnato molto. Trofeo Kima, Sentiero 4 Luglio Skymarathon, Zegama Aizkorri, in Spagna, Dolomiti Skyrace, Monterosa Skyrace erano diventati i miei appuntamenti fissi della bella stagione alternati allo Skyalp invernale.
Nel 2010 così, per scommessa, da amici vengo spinto a partecipare ad una ULTRA TRAIL, delle quali all‘epoca pochi conoscevano l‘esistenza a parte forse solo la UTMB (Ultra Trail du Mont Blanc) che era già famosa anche grazie alla vittoria del mitico Marco Olmo, cosi, senza tanti pensieri, partecipo alla Lavaredo Ultra di 90km nella quale mi classifico secondo assoluto e primo Italiano. 

Da allora le ultra distanze sono diventate il mio stile di vita, dandomi anche la possibilità di visitare nuovi luoghi in giro per il mondo. Isole Canarie, Mauritius, Spagna, Francia, Cina, Reunion, Irlanda, Scozia, Madeira e tante grandi Ultra avventure che in questi anni mi hanno portato a vedere posti indimenticabili e a conoscere tantissimi amici. Nel 2016 provo l‘avventura UTWT ( Ultra trail world Tour ) partecipando a 4 gare in 3 continenti e concludendo al 7° posto in classifica generale, attualmente unico italiano nella top ten nella storia del campionato UTWT. Di quella stagione non dimenticherò mai l‘emozione di aver concluso la mitica Diagonal du Frou, all‘isola della Reunion, considerata la 100miglia con il percorso più duro al Mondo (che posso confermare essendomi dovuto arrendere l‘anno precedente per sfinimento), ma con una grande rivincita proprio nel 2016 con un 6 posto in 27 ore di gara. Nel 2012 e 2013 ho toccato la punta massima di km percorsi in una gara con la famosa Tor Des Geants, 330km e 25000mt positivi intorno ai gradi massicci della Valle D‘aosta, nel 2012 sospesa per tormenta di neve e con me ritirato al 270km, mentre ero in 4 posizione, ma nel 2013 mi son ripreso la rivincita con un bel 6° posto in 80 ore. 

Per concludere quest‘anno ho ricevuto la mia quarta convocazione in Nazionale per i Mondiali, cosi dopo Irlanda 2011, Galles 2013, Francia 2015, il prossimo 12 Maggio difenderemo il tricolore in Spagna. In questi anni questa disciplina è cambiata e cresciuta molto, ma questo non mi toglierà mai il piacere che provo a correre tra le montagne.