Trasporto gratuito per ordini con
prodotti Freelifenergy per almeno 50€

Blog

Scopri gli aminoacidi glucogenici

Alimentazione e formazione aminoacidi glucogenici
Condividi:

Cos'è la gluconeogenesi ed in quali condizioni vengono utilizzati gli aminoacidi glucogenici dal nostro corpo?

COS'È LA GLUCONEOGENESI

La gluconeogenesi è un processo biologico che avviene nel fegato e che porta alla sintesi di glucosio a partire da molecole diverse dai carboidrati. Questa procedura viene messa in atto dal nostro organismo “per sopravvivere” in condizioni estreme di carenza di energia a causa di un prolungato digiuno o attività fisica intensa senza il necessario supporto energetico.
Alcuni organi essenziali per la sopravvivenza, come il cervello, utilizzano esclusivamente glucosio come fonte energetica e quindi il nostro organismo deve essere in grado di dargli sostentamento cercando di utilizzare altri substrati, anche a discapito ad esempio della scomposizione del tessuto muscolare.
La gluconeogenesi, a differenza della glicolisi (processo che produce energia dai carboidrati), risulta essere energeticamente dispendioso per il nostro organismo e quindi svantaggioso, motivo per cui questa reazione viene messa in atto dal nostro corpo quando viene messo in condizioni estreme. 
Tra i vari substrati coinvolti nella gluconeogenesi, il principale è rappresentato da un gruppo di aminoacidi chiamati aminoacidi glucogenici.

COSA SONO GLI AMINOACIDI GLUCOGENICI

La funzione primaria degli aminoacidi è quella di partecipare alla sintesi proteica, un processo biologico che porta alla formazione delle proteine necessarie a sostenere le diverse funzioni dell'organismo, ma possono rappresentare anche una fonte di glucosio in condizioni di necessità.
Gli aminoacidi glucogenetici (o glucogenici) sono quegli amminoacidi che in condizioni estreme, quando cioè le riserve di zuccheri nel sangue sono al limite, possono essere utilizzati per fornire energia all'organismo dopo essere stati trasformati in glucosio attraverso il processo metabolico della gluconeogenesi.
Durante l'attività fisica avviene una diminuzione di glucosio nel torrente ematico e nei tessuti e questo processo stimola la neoglucogenesi epatica (formazione di zuccheri partendo da aminoacidi) mediante il rilascio di specifici aminoacidi da parte del muscolo, che attraverso il circolo ematico giungono al fegato, permettendo così di produrre l’energia necessaria a continuare la prestazione fisica.
I principali aminoacidi del gruppo dei glucogenetici è composto dai tre Aminoacidi Ramificati (Isoleucina, Leucina, Valina) e da Alanina, Glutammina, Glicina.
  • Aminoacidi ramificati ed in particolare l’isoleucina, possono essere convertiti in substrati della gluconeogenesi a livello muscolare.
  • Alanina: il ciclo glucosio-alanina rappresenta una via metabolica molto importante, che consente al fegato di ricavare glucosio partendo da un amminoacido, l'alanina, e prevenire l'accumulo di ammoniaca derivante dalla degradazione degli amminoacidi ramificati a livello muscolare.
  • Glicina oltre a contribuire alla sintesi di glucosio, regola il metabolismo degli zuccheri e partecipa alla formazione di creatina. E’ uno dei componenti del tripeptide glutatione, agente disintossicante principalmente per il fegato.
  • Glutammina viene in parte, trasformata in Acido Glutammico che insieme al glucosio è il carburante delle cellule cerebrali, inoltre anche un'importante azione epato-protettiva, un'azione anti-infiammatoria e una moderata attività antidolorifica. Questo aminoacido ha quindi funzioni disintossicanti per tutto l'organismo, combatte la stanchezza psicologica aiutando a mantenere la concentrazione, permettendo così un lieve innalzamento della "soglia della fatica". 

CURIOSITÀ

E’ stato osservato come alcuni aminoacidi glucogenici, in particolare la glutammina e i ramificati, abbiano azione pro-energetica e aumentino la prestazione sportiva in attività di endurance. La glutammina risulta inoltre utile alla performance mentale in quanto è in grado di superare la barriera ematoencefalica e una volta nel cervello essere convertita in acido glutammico che possiede sia la funzione di carburante delle cellule cerebrali, insieme al glucosio, sia di detossificazione del tessuto cerebrale dall’ammoniaca.
 

Dal nostro Blog


Scegliere proteine in polvere di qualità
Come riconoscere proteine in polvere di qualità
donna colpita da spossatezza estiva
Stanchezza estiva: i 7 rimedi per sconfiggerla
Alimentazione durante il periodo di allenamento pre maratona
Preparazione alla maratona: cosa mangiare prima, durante e dopo l'allenamento
Marco Zanchi vince l'Ultratrail delle Orobie
Chatta con noi!